Assistente bagnanti

REQUISITI

  • Saper nuotare
  • Sana e robusta costituzione da verificare all’atto dell’iscrizione mediante certificato medico sportivo non agonistico
  • Eta non inferiore ai 16 anni e non superiore a 55
  • Superamento prova di idoneità al corso, tesa ad accertare il possesso dell’adeguata acquaticità e abilità natatoria

Prove di idoneità al corso

  • Tuffo: saper eseguire correttamente un tuffo di entrata in acqua dall’altezza circa di 1 mt.
  • Nuoto: nuotare correttamente per almeno 50m crawl; nuotare correttamente per almeno 25m rana; nuotare correttamente per almeno 25m una terza nuotata a scelta
  • Recupero: recuperare un oggetto a 3 m di profondità o nuotare in apnea subacquea per almeno 15m
  • Galleggiamento: mantenere per almeno 20″ la posizione verticale mantenendo il capo e le mani fuori acqua con il solo sostegno del movimento di gambe

Programma

  1. il salvamento acquatico, ruolo dell’assistente bagnanti e responsabilità    2 ORE
  2. capitanerie di porto, ordinanze balneari e nozioni del codice della navigazione 7 ORE
  3. nozioni di anatomia e fisiologia della respirazione e circolazione, primo soccorso 7 ORE
  4. rianimazione cardio polmonare e pratica del BLS   20 ORE
  5. addestramento e allenamento del salvamento acquatico con pinne  20 ORE
  6. tecniche di salvamento  20 ORE
  7. voga con pattino di salvataggio e utilizzo di vari presidi di salvataggio 20 ORE
  8. elementi di meteorologia 9 ORE
  9. elementi di ecologia ed igiene 4 ORE

i moduli sopra elencati sono integrati con sessioni formative aggiuntive come la psicologia dell’emergenza, nozioni di subacquea.

PROVE DI ESAME RILASCIO DEL BREVETTO DI ASSISTENTE BAGNANTI

Corso Assistente Bagnanti Mare Laghi e Piscine

PROVA 1

Ordinanza balneare ed aspetti legali dell’assistente bagnanti

Nodi marinareschi

Elementi di meteorologia

PROVA 2

1.    Nuotare per 25m in apnea.

2.    Nuotare 100mt stile libero in meno di 1’50’’

3.    Nuotare 50mt in meno di 1’25’’:

·         25mt andata in stile salvamento

·         presa di contatto con il pericolante posizionato sul fondo della piscina

·         25mt ritorno con una tecnica di trasporto

4.    Nuotare 100mt con l’ausilio di pinne, maschera snorkel in meno di 2’ :

·         50mt nuoto operativo di superficie

·         50mt trasporto del figurante o del manichino con la 5°tecnica (a stampella).

5.    Nuotare per 50mt alternando 4 tecniche di traporto di un pericolante.

PROVA 3 

Simulare il soccorso ad un pericolante con l’ausilio del pattino di salvataggio.

Sciare in piedi raggiungendo un gavitello posizionato ad una distanza non inferiore a 150m dalla riva, ruotarvi intorno, simulare il suo recupero e quindi tornare a riva entro il tempo di 6’30’’

PROVA 4

Primo soccorso e attivazione di un’emergenza.

Tipologie di annegamento e fasi dell’annegamento.

Rianimazione cardio polmonare (BLS), anche su pericolante in stato di annegamento.

Composizione della commissione d’esame:

A conclusione del corso il candidato supera un esame teorico e pratico dinanzi ad una commissione composta da:

a) un Ufficiale del Corpo delle capitanerie di porto, di grado non inferiore a Tenente di vascello, designato dal Capo di compartimento marittimo competente per territorio, con funzioni di Presidente;

b) un rappresentante dell’Ente o dell’Associazione presso il quale il corso si è svolto;

c) un medico (specializzato in rianimazione) in servizio presso struttura sanitaria pubblica;

d) un sottufficiale del Corpo delle capitanerie di porto di grado non inferiore a Capo di terza classe, con funzioni di segretario.

IL CANDIDATO ACCETTERA’ IN TOTO E SENZA ALCUNA INGIUSTIFICATA RIVALSA IL GIUDIZIO DELLA COMMISSIONE D’ESAME.

Modalità di iscrizione

Il candidato dovrà sottoscrivere la domanda di iscrizione Mod.DAB _DOMANDA assistente bagnanti  (per Minorenni occorre la firma autorizzata di un genitore o chi ne fa le veci)

Deve aver  compiuto 16 anni al momento della compilazione della domanda e non più di 55 anni, di non aver riportato condanne penali passate in giudicato per reati non colposi a pene detentive superiori a un anno ovvero a pene che comportino l’interdizione dai pubblici uffici superiori ad un anno.

Presentare:
•       Certificato di medicina sportiva non agonistica con “Idoneità psicofisica per attività di assistente bagnanti” e valutazione dell’ECG. che attesti un visus di almeno 8/10 per occhio anche con correzione di lenti, una adeguata funzionalità dei quattro arti e che la persona non presenti evidenti deficit uditivi. In caso si consiglia di farsi compilare dal medico il Mod.CMNA certificato medico non agonistico.

•       Due fotografie formato tessera (una possibilmente in formato digitale)

•       Dichiarazione sostitutiva di certificazione e atto notorio Mod.DSC DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA

•       Fotocopia documento di identità

Il corso prevede la copertura assicurativa contro infortuni per gli allievi.

RINNOVO

Il brevetto ha durata di tre anni alla cui scadenza il candidato dovrà presentare :

  • Domanda di rinnovo Mod.DRIN DOMANDA rinnovo brevetto
  • Certificato di medicina sportiva non agonistica con “Idoneità psicofisica per attività di assistente bagnanti” e valutazione dell’ECG . che attesti un visus di almeno 8/10 per occhio anche con correzione di lenti, una adeguata funzionalità dei quattro arti e che la persona non presenti evidenti deficit uditivi. In caso si consiglia di farsi compilare dal medico il Mod.CMNA certificato medico non agonistico.
  • due fotografie formato tessera
  • Dichiarazione sostitutiva di certificazione e atto notorio Mod.DSC DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA
  • Fotocopia documento di identità

 

Alla scadenza del Brevetto l’Assistente Bagnanti verrà convocato dall’incaricato FISA per un incontro di aggiornamento e verifica del mantenimento delle conoscenze e le abilità. Durante l’incontro verranno forniti al candidato indicazioni su eventuali aggiornamenti delle tecniche e procedure di salvataggio, compreso quelle di primo soccorso riferite agli standard internazionali (tale attività potrà essere svolta in concomitanza di attività già in essere) nonché su attività in corso e future della FISA.

Successivamente  il candidato sarà sottoposto a verifica dal delegato di competenza che ne valuterà il mantenimento delle capacità teoriche,pratiche e fisiche nell’attività di salvamento acquatico secondo gli standard F.I.S.A. su:

– Nuoto

– Tecniche di salvataggio

– Apnea

– Tuffi

– Primo soccorso e BLS

Solo al positivo superamento delle prove previste al candidato potrà essere rinnovato il brevetto.

In caso di non superamento delle prove previste  a giudizio del delegato F.I.S.A., il brevetto non sarà rinnovato e il candidato potrà eseguire nuovamente le prove fino al raggiungimento degli standard previsti.

All’interno della FISA sono presenti anche queste figure che seguono un percorso specifico di formazione e addestramento.

ISTRUTTORI DI SALVAMENTO PISCINA
Sono assistenti bagnanti FISA maggiorenni che hanno dimostrato di possedere particolari doti e predisposizione all’insegnamento ed hanno frequentato almeno 1 corso di affiancamento ad un maestro di salvamento durante un corso di salvataggio.

ISTRUTTORI DI SALVAMENTO MARE
Sono assistenti bagnanti mare laghi e piscine FISA che hanno raggiunto la maggiore età e che hanno dimostrato di possedere particolari doti e predisposizione all’insegnamento ed hanno frequentato almeno 2 corsi di affiancamento ad un maestro di salvamento durante un corso di salvataggio.

MAESTRI DI SALVAMENTO
Sono istruttori di salvamento mare, dotati di brevetto di assistente bagnanti mare laghi e piscine FISA che hanno dimostrato grandi capacità organizzative e gestionali oltre che predisposizione all’insegnamento. L’abilitazione è rilasciata in seguito al superamento di un esame davanti ad una commissione tecnica nazionale.

per avere informazioni per come diventare istruttore chiedi al delegato di zona.

LOGO-IMRF

Fisa © 2022. Tutti i diritti riservati. | Created by Yuma Comunicazione | Privacy Policy | Cookie Policy