NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo

RICONOSCIMENTI

Ultime News

Ad Ancona al via i corsi da...

Written on 08/07/2020, 21:47 by Redazione
ad-ancona-al-via-i-corsi-da-assistente-bagnanti

Online

No

Avviso

CORSO COVID

ISCRIZIONE AL CORSO COVID

 

 

COVID-19

RACCOMANDAZIONI

PER ATTIVTA’ FISA

IN EMERGENZA EPIDEMIOLOGICA DA SARS-CoV-2 (COVID-19)

 

Negli scenari d'intervento nei quali la FISA è chiamata ad intervenire, l’elemento acqua costituisce una continua variabile a tutte le situazioni SAR (Search And Rescue), in cui il soccorritore acquatico FISA è in grado di operare con tempestiva e qualificata azione di salvataggio fin dai primi minuti dell'evento, tenendo sempre in primo piano la prevenzione.

Oggi l’umanità, si trova ad affrontare un nemico invisibile che può trasferirsi da un essere all’altro, la cui denominazione scientifica è “COVID-19”. Per svolgere l’attività di soccorritore in attesa di un vaccino, bisogna tenere presente i principali aspetti di questa emergenza:

 - DPI (Dispositivi di Protezione Individuale) degli assistenti bagnanti

- Distanziamento Sociale.

- Sanificazione e Igienizzazione

 Da sempre le conoscenze tecniche, la capacità di valutare il rischio, l'utilizzo di appropriati DPI, fanno parte del bagaglio professionale di ogni soccorritore, assistente bagnante, ma, la FISA oggi è chiamata a migliorare e rendere più efficaci le barriere al rischio, anche contro l’attuale virus e i suoi effetti a volte letali.

Vista la necessità di migliorare ulteriormente la qualità del soccorso acquatico da parte di assistenti bagnanti, la FISA ha stilato le proprie linee guida al fine di qualificare maggiormente i soccorritori ed i docenti nelle attività sia didattiche sia operative.

La FISA inoltre è stata membro della tavola rotonda dell’ IMRF (International Maritime Rescue Federation) per la stesura di linee guida di prevenzione al contagio da COVID-19 in ambito marittimo.

 

Per ulteriori indicazioni far riferimento a:

Governo Italiano Presidenza del Consiglio dei Ministri

Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS),

Istituto Superiore della Sanità,

European Resuscitation Counsil (ERC),

Italian Resuscitation Counsil (IRC),

Diver Alert Network Europe,

Guardia Costiera Italiana

  

SE SEI UN DELEGATO FISA ESEGUI L'ACCESSO PER SCARICARE QUI LE LINEE GUIDA

Ravenna Consegnata la medaglia d'oro al sottocapo Giuseppe La Rosa

Ravenna tre giorni di aggiornamento per gli istuttori e i maestri della Federazione Italiana Salvamento Acquatico FISA.
Consegnata la medaglia d'oro al sottocapo Giuseppe La Rosa per il valore dimostrato in tutti gli ambiti del soccorso marittimo

Tre giorni di aggiornamento, che hanno interessato i maestri ed istruttori della Federazione Italiana Salvamento Acquatico FISA., evento di grandissimo interesse formativo e di continuo sviluppo di un formatore, vista l'importanza delle tematiche trattate.
L'evento, fortemente voluto dal presidente Raffaele Perrotta, viene organizzato ogni due anni.
Quest'anno, nello specifico, ha avuto luogo a Lido Adriano (RA) e presso la piscina Aquae a Porto Fuori (RA), ed ha fornito ottimi spunti di riflessione, con feedback positivi utili per la crescita della Federazione e dei suoi obiettivi.
Non solo teoria ma anche tanta pratica in aula, in piscina ed in mare. Alle tradizionali tecniche di salvamento, ne sono state aggiunte di nuove, insieme a nuove procedure operative di intervento. Inoltre, si è approfondito il settore della sopravvivenvenza e salvataggio marittimo nelle sue forme più complesse, con l'intervento di professionisti che hanno seguito sia il modulo teorico sia quello pratico. Quest'ultimo in particolare, ha visto simulazioni con zattera di salvataggio, tuffi da 3 metri, recupero con verricello e procedure di messa in sicurezza in caso di emergenza in alto mare.
Ad incrementare l'offerta formativa inoltre, sono intervenuti i docenti di specialità del soccorso che hanno approfondito tematiche relative ai settori di competenza (nuoto, moto d'acqua, rescue board, cinofilia, politrauma in acqua).
Non sono mancati momenti di approfondimento del primo soccorso e delle manovre di rianimazione cardio-polmonare, mirati non solo agli aggiornamenti delle procedure ma anche alle metodologie didattiche.
Lo standard richiesto a maestri ed istruttori è molto alto, proprio perchè la FISA da anni porta avanti la bandiera della professionalità e questo workshop ne è la testimonianza.
A Perrotta i meriti anche di voler cambiare gli aspetti legali e normativi per un maggior controllo nel rilascio delle abilitazioni al salvamento.
Sono sempre più numerosi gli accordi con enti che vedono nella FISA un partner necessario ed affidabile, per svolgere tutte quelle attività di vigilanza e soccorso nell'ambito marino e non solo.
Del resto quando si tratta di salvaguardia della vita umana, la Federazione è sempre in prima linea.
Nel corso dei 3 giorni, il presidente ha onorato i partecipanti con la consegna della medaglia d'oro della FISA (massimo riconoscimento federale), al Sottocapo Giuseppe La Rosa, per il valore dimostrato in tutti gli amibti del soccorso marittimo, nel mettere a rischio la propria vita al servizio di quella degli altri.
“Sono orgoglioso di questa squadra-afferma Perrotta- ringrazio tutti per la grande professionalità dimostrata in ogni occasione. Un grazie a tutti i professionisti esterni che ci hanno supportato in questi tre giorni, rendendo l'evento formativo di altissimo livello. Il mio invito è di continuare su questa strada che sono sicuro, in un futuro non troppo lontano, ci darà grandi soddisfazioni"

Unità cinofile da ricerca in superficie

 

La scuola  nazionale federale cinofila della FISA per cani da ricerca in superficie, ha lo scopo di organizzare corsi di formazione per istruttori  e conduttori cinofili da soccorso. Che si sviluppano in un arco temporale,  di   12/24 mesi.  Addestrare costantemente questi operatori per essere pronti a qualsiasi evenienza.
I cani da soccorso hanno da sempre avuto un ruolo di primaria importanza nel coadiuvare le operazioni di ricerca in caso di calamità naturali o singoli eventi di emergenza. Sfruttando il sopraffino olfatto del cane e la proverbiale motivazione nel cooperare con il suo conduttore. E' possibile ottenere, da nostro amico a quattro zampe, un aiuto prezioso nell'individuazione dei dispersi. Il cane segue la traccia odorosa emanata dal disperso  trasportata dall'aria o come traccia lasciata sul terreno.
l'addestramento delle unità cinofile da superficie, si svolge ,prevalentemente in ambiente boschivo o urbano con  cadenza assidua e regolare al fine di professionalizzare cani e conduttori.

Per avere maggior informazioni contatta la nostra scuola:
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

 

rinnovi

Il brevetto ha durata di 3 anni un mese prima della scadenza il candidato dovrà contattare il maestro/delegato che gli ha fatto il primo rilascio se non preventivamente contattato dallo stesso. Il costo del rinnovo per tutte le località è fissato dalla FISA in 80€

Sarà necessario disporre di:

  • Certificato di medicina sportiva non agonistica con “Idoneità psicofisica per attività di assistente bagnanti”. che attesti un visus di almeno 8/10 per occhio anche con correzione di lenti, una adeguata funzionalità dei quattro arti e che la persona non presenti evidenti deficit uditivi. In caso si consiglia di farsi compilare dal medico il nostro modulo Mod.CMNA certificato medico non agonistico (vedi in fondo alla pagina per scaricarlo)
  • due fotografie formato tessera (se non già in nostro possesso o in caso vogliate aggiornare quelle presenti nei nostri archivi)
  • Dichiarazione sostitutiva di certificazione e atto notorio Mod.DSC DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA (vedi in fondo alla pagina per scaricarlo)
  • Fotocopia documento di identità
  • Domanda di rinnovo brevetto Mod.DRIN DOMANDA rinnovo brevetto

Il candidato dovrà presentarsi previo accordo, dall’incaricato FISA per un incontro di retraining  delle conoscenze in cui verranno forniti al candidato indicazioni su eventuali aggiornamenti delle tecniche e procedure di salvataggio compreso quelle di primo soccorso riferite agli standard internazionali (tale attività potrà essere svolta in concomitanza di attività già in essere) nonché su attività in corso e future della FISA.

Successivamente  il candidato sarà sottoposto a verifica da parte di una commissione che ne valuterà il mantenimento delle capacità teoriche, pratiche e fisiche nell’attività di salvamento acquatico secondo gli standard F.I.S.A. su:

- Nuoto

- Trasporti del pericolante

- Apnea

- Tuffo

- Primo soccorso e BLS

 

Solo al positivo superamento delle prove previste al candidato potrà essere rinnovato il brevetto.

In caso di non superamento delle prove previste  a giudizio del delegato F.I.S.A., potrà  essere:

  • sospeso il brevetto con l’obbligo di frequentare un corso di aggiornamento
  • non rinnovato il brevetto per gravi ed evidenti deficit

Per i costi, luoghi e date di svolgimento del retraining  contattare il maestro/delegato di zona.

 

Login

I nostri contatti

Indirizzo postale:

PIAZZALE ALDO MORO 2 SAN BENEDETTO DEL TRONTO 63074 (AP) 

tel. 349-5754157 

Fax : 363392520586 Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Documenti

Facebook

Dalla fotogallery




Google+

Powered by Joomla!®. Designed by: joomla 1.6 templates web hosting Valid XHTML and CSS.