NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo

RICONOSCIMENTI

Ultime News

OPEN DAY unità cinofile di...

Written on 14/04/2019, 21:42 by giancarloperrotta
open-day-unita-cinofile-di-salvataggioVi aspettiamo tutti a San Clemente di Rimini il 22 aprile 2019 per il primo open day sul salvataggio...

Online

No

Avviso

1° Corso Pilota Soccorritore Moto d'acqua in Toscana

La delegazione provinciale di Massa Carrara insieme a quella di Pisa e Livorno hanno organizzato il 1° Corso Pilota Moto d’acqua da soccorso in Toscana.

Il corso si è tenuto al circolo sportivo balneare “Paraflight” di Marina di Massa.

Nel corso è stata mantenuta la massima sicurezza per gli operatori e i bagnanti; sicurezza garantita dai dispositivi di protezione individuale e dalla pianificazione di ogni dettaglio del corso.

Le condizioni meteo non troppo favorevoli non hanno scoraggiato gli istruttori e gli allievi dal completare questo importante percorso formativo, d’altronde è improbabile fare salvataggi a mare piatto.

La moto d’acqua è uno strumento relativamente semplice da usare e gli allievi ben guidati, hanno percepito e capito da subito come usarla al meglio.

Durante la formazione sono state messe in acqua contemporaneamente ben cinque potenti moto d’acqua e due tipi diversi di barella appendice: rigida e semirigida.

Gli allievi provenienti da tutta la toscana, hanno imparato a condurre con sicurezza la moto e a fare le varie manovre atte al salvataggio del pericolante.

Il corso si è concluso dopo un duro e rigido esame, che ha dato esito positivo per tutti i partecipanti.

Tutti contenti, tutti stanchi e soddisfatti da questa esperienza che sarà senz’altro la prima di una lunga serie.

Manifestazione a Follonica con soccorso reale

Evento a follonica “Ti Salvo io “

 Continua la serie di incontri di informazione che sta portando avanti la FISA Federazione Italiana di Salvamento Acquatico sul ruolo importantissimo dell’assistente bagnate o più appropriato soccorritore acquatico. Infatti dopo Marina di Massa domenica mattina nelle acque antistanti l’ex colonia marina di Follonica si è svolta una dimostrazione di salvamento acquatico della Federazione.

La “FISA”, in questa occasione, ha voluto dimostrare le assodate capacità degli Assistenti Bagnanti di lavorare e saper usare strumenti ormai consolidati come il pattino e il “baywatch” e attrezzatura meno convenzionale come il rescue tube (cintura galleggiante da assicurare in vita al pericolante), la surf rescue board (tavola da surf per soccorso che la federazione sta cercando di far inserire nell’ordinanza di sicurezza balneare), il restube (baywatch gonfiabile, che normalmente è chiuso in un piccolo marsupio e che in caso di bisogno tirando un cordino si gonfia), le moto d’acqua da soccorso, il Quad ambulanza ecc. ecc.

Infatti di fronte all’ex colonia marina, c’era un gran numero di magliette rosse con la scritta SALVATAGGIO in azione.

I presenti hanno potuto osservare e apprezzare il Quad ambulanza, attrezzato in modo da dare un primo soccorso anche in zone impervie, ne sono stati usati di simili anche nelle zone del sisma, perché si muove praticamente da per tutto e rende più facile il trasporto di un infortunato dalla riva del mare fino all’ambulanza, che in alcuni casi ha difficoltà ad arrivare vicino alla battigia.

Non solo tecnologia e mezzi meccanici hanno contribuito a vedere cosa c’è dietro ad un salvataggio ma cuore, forza e coraggio dimostrata anche dai fantastici bagnini a quattro zampe “S.A.U.C.S. Costa Maremma” che hanno simulato interventi complessi insieme agli istruttori Cinofili della FISA.

 

Purtroppo  la manifestazione è stata interrotta dopo pochi minuti per dar corso a un salvataggio reale da parte dei soccorritori della FISA, a causa di un malore accusato da una bagnante poco prima che scendessero in mare i cani addestrati al soccorso in acqua. Lo speaker ne ha dato annuncio, invitando i presenti - oltre un centinaio - a pazientare e ad allontanarsi.

Mentre la donna veniva fatta adagiare sotto il telone installato sulla riva i responsabili della FISA si attivavano per prestare i primi soccorsi e  praticando il BLS alla ragazza in attesa del defibrillatore che per fortuna non è servito. La ragazza a preso coscienza e con il quad ambulanza scoratato dai soccorritori FISA è stata trasportata attraversando la spiaggia, fino all’ambulanza che per il tipo di mezzo non ha potuto raggiungere la zona del soccorso ma si è fermata sulla strada bloccata anche da macchine parcheggiate male.

La donna è stata quindi portata al pronto soccorso ed è fuori pericolo. La dimostrazione è poi ripresa regolarmente.

Si ringrazia:

•             La Guardia Costiera, presente con una sua delegazione in mare, ha sempre partecipato a questo tipo di simulazione di salvataggio, dando sempre dimostrazione delle capacità professionali dei suoi uomini e mezzi.

Ricordiamo infatti che la Guardia Costiera ha un ruolo centrale nel soccorso in mare: coordina tutti gli attori del soccorso in modo da poter intervenire ed eseguire un soccorso nei migliori dei modi.

•             Il Comune di Follonica che ci ha permesso di svolgere questo evento sul suo litorale.

•             l’associazione dei Balneari che con il consorzio Balneari Follonica ci hanno messo a disposizione il pattino di salvataggio e garantito la loro assistenza con la presenza del loro responsabile del servizio salvamento.

•             L’SVS pubblica assistenza di Grosseto che doveva essere presente con i suoi volontari e con la sua ambulanza attrezzata, ma a causa del recente sisma di Amatrice, non ha potuto garantire la sua presenza per tutta la durata della manifestazione, infatti molti volontari sono nei luoghi del sisma e quindi il personale in provincia è molto ridotto.

•             Terra dei Quad con cui la FISA Toscana collabora per i suoi mezzi.

 

Ringraziamo inoltre tutti coloro che hanno partecipato all’evento in particolare i nostri soccorritori che hanno reso possibile l’evento arrivando da varie provincie (Livorno, Pisa,Massa e Viareggio).

 

Ricordiamo che sono aperte le pre-iscrizioni al corso per Assistente Bagnanti soccorritore con Surf Rescue Board e soccorritore con moto d’acqua, info e-mail Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. tel: 3392520586. www.fisasalvamentoacquatico.it .

SI RICORDA INOLTRE CHE LA FISA E’ AUTORIZZATA DAL MINISTERO DELLE INFRASTRUTTURE E DEI TRASPORTI- COMANDO GENERALE DELLE CAPITANERIE DI PORTO PROT.0020845 DEL 4.3.2010 PER LA FORMAZIONE E RILASCIO DEI BREVETTI RICONOSCIUTI PER IL SALVAMENTO IN ACQUE INTERNE, PISCINE E MARE.

MARINA DI CARRARA: conferenza scenari alluvionali

 

Oltre 60 partecipanti al convegno su "SCENARI ALLUVIONALI dalla prevenzione all'emergenza" organizzato dall'associazione Consolato del Mare.

Anche la FISA era presente, illustrando ai presenti la propria organizzazione, le scuole, il metodo di addestramento e le tecnologie utilizzate per fronteggiare le emergenze in acqua e in particolare in ambiente alluvionato. Si ringrazia il consolato de mare per l'invito, la delegazione FISA di Massa Carrara, il consigliere federale FISA Perrotta Gian Carlo.

Manifestazione a Follonica con soccorso vero

Continua la serie di incontri di informazione che sta portando avanti la FISA Federazione Italiana di Salvamento Acquatico sul ruolo importantissimo dell’assistente bagnate o più appropriato soccorritore acquatico. Infatti dopo Marina di Massa domenica mattina nelle acque antistanti l’ex colonia marina di Follonica si è svolta una dimostrazione di salvamento acquatico della Federazione.

La “FISA”, in questa occasione, ha voluto dimostrare le assodate capacità degli Assistenti Bagnanti di lavorare e saper usare strumenti ormai consolidati come il pattino e il “baywatch” e attrezzatura meno convenzionale come il rescue tube (cintura galleggiante da assicurare in vita al pericolante), la surf rescue board (tavola da surf per soccorso che la federazione sta cercando di far inserire nell’ordinanza di sicurezza balneare), il restube (baywatch gonfiabile, che normalmente è chiuso in un piccolo marsupio e che in caso di bisogno tirando un cordino si gonfia), le moto d’acqua da soccorso, il Quad ambulanza ecc. ecc.

Infatti di fronte all’ex colonia marina, c’era un gran numero di magliette rosse con la scritta SALVATAGGIO in azione.

I presenti hanno potuto osservare e apprezzare il Quad ambulanza, attrezzato in modo da dare un primo soccorso anche in zone impervie, ne sono stati usati di simili anche nelle zone del sisma, perché si muove praticamente da per tutto e rende più facile il trasporto di un infortunato dalla riva del mare fino all’ambulanza, che in alcuni casi ha difficoltà ad arrivare vicino alla battigia.

Non solo tecnologia e mezzi meccanici hanno contribuito a vedere cosa c’è dietro ad un salvataggio ma cuore, forza e coraggio dimostrata anche dai fantastici bagnini a quattro zampe “S.A.U.C.S. Costa Maremma” che hanno simulato interventi complessi insieme agli istruttori Cinofili della FISA.

 

Purtroppo  la manifestazione è stata interrotta dopo pochi minuti per dar corso a un salvataggio reale da parte dei soccorritori della FISA, a causa di un malore accusato da una bagnante poco prima che scendessero in mare i cani addestrati al soccorso in acqua. Lo speaker ne ha dato annuncio, invitando i presenti - oltre un centinaio - a pazientare e ad allontanarsi.

Mentre la donna veniva fatta adagiare sotto il telone installato sulla riva i responsabili della FISA si attivavano per prestare i primi soccorsi e  praticando il BLS alla ragazza in attesa del defibrillatore che per fortuna non è servito. La ragazza a preso coscienza e con il quad ambulanza scoratato dai soccorritori FISA è stata trasportata attraversando la spiaggia, fino all’ambulanza che per il tipo di mezzo non ha potuto raggiungere la zona del soccorso ma si è fermata sulla strada bloccata anche da macchine parcheggiate male.

La donna è stata quindi portata al pronto soccorso ed è fuori pericolo. La dimostrazione è poi ripresa regolarmente.

Si ringrazia:

•             La Guardia Costiera, presente con una sua delegazione in mare, ha sempre partecipato a questo tipo di simulazione di salvataggio, dando sempre dimostrazione delle capacità professionali dei suoi uomini e mezzi.

Ricordiamo infatti che la Guardia Costiera ha un ruolo centrale nel soccorso in mare: coordina tutti gli attori del soccorso in modo da poter intervenire ed eseguire un soccorso nei migliori dei modi.

•             Il Comune di Follonica che ci ha permesso di svolgere questo evento sul suo litorale.

•             l’associazione dei Balneari che con il consorzio Balneari Follonica ci hanno messo a disposizione il pattino di salvataggio e garantito la loro assistenza con la presenza del loro responsabile del servizio salvamento.

•             L’SVS pubblica assistenza di Grosseto che doveva essere presente con i suoi volontari e con la sua ambulanza attrezzata, ma a causa del recente sisma di Amatrice, non ha potuto garantire la sua presenza per tutta la durata della manifestazione, infatti molti volontari sono nei luoghi del sisma e quindi il personale in provincia è molto ridotto.

•             Terra dei Quad con cui la FISA Toscana collabora per i suoi mezzi.

 

Ringraziamo inoltre tutti coloro che hanno partecipato all’evento in particolare i nostri soccorritori che hanno reso possibile l’evento arrivando da varie provincie (Livorno, Pisa,Massa e Viareggio).

 

Ricordiamo che sono aperte le pre-iscrizioni al corso per Assistente Bagnanti soccorritore con Surf Rescue Board e soccorritore con moto d’acqua, info e-mail Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. tel: 3392520586. www.fisasalvamentoacquatico.it .

SI RICORDA INOLTRE CHE LA FISA E’ AUTORIZZATA DAL MINISTERO DELLE INFRASTRUTTURE E DEI TRASPORTI- COMANDO GENERALE DELLE CAPITANERIE DI PORTO PROT.0020845 DEL 4.3.2010 PER LA FORMAZIONE E RILASCIO DEI BREVETTI RICONOSCIUTI PER IL SALVAMENTO IN ACQUE INTERNE, PISCINE E MARE.

Livorno: il 7/10/2015 presentazione corso assistenti bagnanti

La FISA – Federazione Italiana Salvamento Acquatico di Livorno in collaborazione con  la SVS Gestione Servizi srl sono liete di invitarti alla giornata di  presentazione del corso PROFESSIONALE PER IL CONSEGUIMENTO DEL BREVETTO DI BAGNINO DI SALVATAGGIO
il giorno 7 ottobre alle ore 18.30  presso la sede  della SVS – FORMAVOL -  in Via delle Corallaie, 12 (Picchianti)  – LIVORNO



Google+

Powered by Joomla!®. Designed by: joomla 1.6 templates web hosting Valid XHTML and CSS.